Trattamento antitarlo per mobili e oggetti in legno

Trattamenti antitarlo per il mantenimento del legno

Trattamenti antitarlo per mobili, tavoli, sedie e oggetti in legno, artigiano specializzatto nel restauro di mobili, opera in provincia di Venezia, e Treviso

In fase di restauro, possono capitarci mobili infestati dai tarli che drovanno essere necessariamente soggetti ad un adeguato trattamento a base di antitarlo liquido.
img5 Occorre avere una quantità sufficiente di prodotto antitarlo (solitamente sono necessari circa 3 litri per trattare un classico comò da camera) che con un pennello adeguatamente largo, spennelleremo abbondantemente su tutte le parti del mobile non verniciate (legno grezzo). Schiena, interni e fondi dei cassetti e del mobile dovranno essere trattati, cercando di applicare più prodotto possibile. Quando il tipo di mobile lo consente, sarà utile piegarlo sul fianco o capovolgerlo, per spennellare il liquido antitarlo perpendicolarmente la superficie da trattare, in modo che la forza di gravità aiuti il prodotto a penetrare in profondità nella struttura lignea. Grazie alle sue caratteristiche, infatti, l’antitarlo liquido penetra in profondità nel legno consentendo di raggiungere anche gli insetti annidati più in profondità.
Dopo che la il prima mano di antitarlo è stata assorbita dal legno e quindi la superficie trattata sarà nuovamente asciutta (sono necessari alcuni giorni) si procederà all’applicazione di una seconda mano, sempre con la procedura descritta sopra.
A questo punto passeremo alla chiusura dei fori dei tarli, che potrà essere eseguita con i bastonici di cera o con lo succo (pronto all’uso oppure da prepararsi con gesso di Bologna e colla forte) se i fori sono molti e la finitura prevista è a gommalacca.
Questo tipo di intervento è possibile in qualsiasi ambiente anche in casa, specialmente se si impiega un prodotto antitarlo atossico e inodore come il SINOTAR: L’antitarlo SINOTAR è una soluzione pronta all’uso, completamente inodore e incolore, da applicare a pennello o spruzzo su manufatti in lavorazione o in opera. L’antitarlo SINOTAR è confezionato in flacone da 1 lt. e 5 lt. e anche nella comoda bomboletta spray munita di apposito beccuccio per la localizzazione del prodotto nei fori dei tarli. (conf. 400 ml).
Caratteristiche dell’antitarlo SINOTAR: Il solvente dell’ antitarlo SINOTAR permette di veicolare il principio attivo (Permetrina) in modo ottimale per avere un’efficace penetrazione nel legno (in 24 ore Sinotar, per capillarità, può penetrare nel legno per più di 50 cm.) e non è tossico per l’uomo. SINOTAR supera la prova dell’efficacia contro le larve dell’Hylotrupes Bajulus secondo il Protocollo Europeo UNI EN 46. Presidio Medico Chirurgico Registrazione N. 18765.
– Non pericoloso per l’uomo – Non sviluppa gas tossici e cattivi odori – Previene da nuove infestazioni – Inodore, incolore e non macchia

Ultime News

Trattamento anti tarlo…perchè?
apr

27

2015

Trattamento anti tarlo…perchè?

Il trattamento antitarlo prevede in primo luogo di pulire il mobile da trattare in maniera accurata e utilizzando un pennello morbido spalmare una mano di liquido antitarlo cercando di farlo assorbire più profondamente possibile. Il mobile va spennellato di veleno su tutte le superfici non verniciate dove la sostanza viene assorbita agevolmente dal legno. Operate su entrambi i lati delle assi. Verificare bene i fori…

Readm More